Sustainable-aviation-fuel

Carburanti sostenibili per l'aviazione

Air France partecipa attivamente allo sviluppo di carburanti sostenibili per l'aviazione (sustainable aviation fuel o SAF). I SAF acquistati da Air France permettono di ridurre almeno del 75% le emissioni di CO₂ (sull'intero ciclo di vita) rispetto ai carburanti tradizionali.

Cosa sono i carburanti sostenibili per l'aviazone (SAF)?

I carburanti sostenibili per l'aviazione, prodotti a partire da fonti non fossili come gli oli esausti e i rifiuti agricoli, sono sostituti del cherosene. Il loro impiego permette di ridurre le emissioni di CO₂ e di polveri sottili sull'intero ciclo di vita, ovvero dalla produzione alla combustione. Air France acquista solo carburanti sostenibili per l'aviazione che non entrano in concorrenza con le filiere alimentari e non sono prodotti a partire dall'olio di palma. Offrono lo stesso livello di sicurezza del cherosene e possono essere miscelati a esso senza richiedere la modifica degli aerei, dei motori o delle infrastrutture logistiche e di stoccaggio.

Airbus A350

Dal 2022, la normativa francese impone ai fornitori di carburanti di integrare con almeno l'1% di SAF il cherosene venduto in Francia. Coinvolta nello sviluppo di questi carburanti alternativi dal 2011, Air France ambisce ad aumentare progressivamente questa quota sui suoi voli fino ad almeno il 10% entro il 2030. Air France considera questi carburanti sostenibili per l'aviazione uno strumento decisivo per la decarbonizzazione del trasporto aereo. A fronte di una produzione ancora molto limitata, la compagnia opera a fianco di partner industriali e istituti di ricerca per il rapido sviluppo di filiere di produzione a livello globale.

Pilot in cockpit